Home » Abilitazione

Abilitazione

Abilitazione_insegnamento_Europa

COME CONSEGUIRE L’ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO IN ROMANIA

In Romania l’intero percorso didattico ha subito negli ultimi anni un importante cambiamento e adattamento alle nuove direttive comunitarie in materia, sviluppando così delle tappe ben stabilite e più snelle rispetto a quelle italiane. In questo modo si da la possibilità di conseguire l’abilitazione all’insegnamento riconosciuta non solo per il territorio della Romania, ma anche nell’Unione Europea.

In applicazione della direttiva 2005/36/CE, recepita in Italia con il decreto legislativo n. 206 del 6 novembre 2007 è possibile presentare richiesta di riconoscimento per le professioni di:

  • docente di scuola dell’infanzia;
  • docente di scuola primaria;
  • docente di scuola secondaria di primo grado;
  • docente di scuola secondaria superiore

 

Il riconoscimento può essere richiesto per gli insegnamenti per i quali l’interessato sia legalmente abilitato nel Paese che ha rilasciato il titolo ed a condizione che tali insegnamenti trovino corrispondenza nell’ordinamento scolastico italiano (professione corrispondente). Qualora dall’esame della domanda emerga che non vi è completa corrispondenza tra la formazione professionale richiesta in Italia e quella posseduta dall’interessato, questa Direzione Generale richiederà il superamento di una prova attitudinale o la frequenza di un tirocinio di adattamento presso istituzioni scolastiche italiane.

Il MIUR ha già predisposto diversi decreti di riconoscimento del percorso formativo eseguito in Romania:

 icone-pdf http://www.istruzione.it/allegati/2014/decreti_riconoscimento_professione_docente/voicu_bozdoc.pdf

icone-pdf http://www.istruzione.it/allegati/2014/decreti_riconoscimento_professione_docente/colta.pdf

 icone-pdf http://www.istruzione.it/allegati/2014/decreti_riconoscimento_professione_docente/cosac.pdf

 

PRESUPPOSTI E CONDIZIONI

L’interessato deve:

Essere cittadino dell’Unione europea;
Possedere un titolo di formazione professionale rilasciato da un Paese membro dell’Unione Europea,
Per “titolo di formazione professionale” si intende un titolo (di formazione teorico-pratica: disciplinare e didattico – pedagogica) che, in base alle norme del Paese ove è stato conseguito o riconosciuto, consente l’esercizio della professione quale docente abilitato all’insegnamento. Il titolo deve, quindi, attestare una formazione professionale completa, in base alle norme di legge (esame finale, superamento concorso, tirocinio, ecc.), del Paese che lo ha rilasciato e subordina l’esercizio dell’attività in qualità di docente abilitato (professione regolamentata).

Il riconoscimento del titolo di formazione professionale ottenuto ai sensi del D.L.vo n. 206/2007, permette di accedere alla professione corrispondente per la quale i cittadini degli Stati membri dell’Unione europea sono qualificati nello Stato membro d’origine e di esercitarla alle stesse condizioni previste dall’ordinamento scolastico italiano.

Il riconoscimento può essere richiesto per gli insegnamenti di una singola disciplina o di gruppi di discipline, per i quali l’interessato sia legalmente abilitato nello Stato membro che ha rilasciato il titolo e può essere ottenuto a condizione che tali insegnamenti siano comparabili, in base ai principi della direttiva, a quelli dell’ordinamento scolastico italiano (professione corrispondente) nel rispetto delle fasce di età degli studenti ai quali sia consentito insegnare. Qualora dall’esame della domanda emerga che non vi è completa corrispondenza tra la formazione professionale richiesta in Italia e quella posseduta dall’interessato, questa Direzione Generale richiederà il superamento di una prova attitudinale o la frequenza di un tirocinio di adattamento presso istituzioni scolastiche italiane.

Tutte le informazioni sono disponibili anche sul sito del MIUR:

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/abilitazione_professione_docente

http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/4a2ff92a-09ab-4284-aa69-ed65f7dcd94f/faq_riconoscimenti_professionali.doc